Toner compatibili: cosa sono? Convengono veramente?

Toner compatibili cosa sono

Cos’è un Toner Compatibile?

Molto spesso, quando si parla di toner per stampanti, sorge il problema del confronto tra due tipi di cartucce: quella compatibile e quella rigenerata. Prima di spiegare quali sono i vantaggi dell’una e dell’altra, tuttavia, è necessario dare una definizione di toner compatibile. Di cosa stiamo parlando? Si tratta del componente di una stampante che non è stato realizzato dal costruttore originale di quest’ultima, ma che può comunque adattarvisi in modo perfetto.

Ciò significa che, grazie alla capacità di adattarsi alla stampante originale, questo componente possiede caratteristiche identiche al pezzo originale, e pertanto ne rappresenta un clone a prezzo molto inferiore.

Dove vengono prodotti i toner compatibili? La stragrande maggioranza di questi pezzi proviene dai Paesi asiatici, e purtroppo entrano nel mercato occidentale senza passare al vaglio dei Paesi dell’Unione Europea, i quali applicano parametri di sicurezza e qualità molto severi prima di consentirne la distribuzione all’interno dei loro territori. La logica conseguenza di tutto ciò è che queste cartucce non originali penetrano nei nostri mercati senza alcuna certificazione e per questo motivo non offrono rassicurazioni riguardo a performance e sicurezza.

Toner Compatibili: ecco perché evitarli

Quali sono i principali rischi che l’utilizzo del toner compatibile può comportare?

Tra di essi meritano particolare considerazione:

  • danni alla stampante, causati dal fatto che il livello delle prestazioni del toner è assai differente da quello degli originali, e quindi potrebbe non solo essere dannoso per una stampante, ma addirittura non funzionare nel momento in cui viene installato;
  • il fatto che l’uso di questi toner comporta anche l’impiego di specifiche polveri che nella stragrande maggioranza dei casi non sono sottoposte ad alcun controllo, con il rischio di rivelarsi dannose sia alla salute dell’uomo che all’ambiente circostante;

In sintesi, l’unico motivo che potrebbe spingervi ad acquistare un toner compatibile è il prezzo, perché questo tipo di cartucce viene messo nel mercato solamente per competere sul costo della stampante.

Ma siete sicuri che i toner compatibili convengono veramente?

In alternativa alle cartucce compatibili, potete acquistare per la vostra stampante delle cartucce rigenerate. Di che cosa si tratta? E quali sono le differenze principali tra i due? Scopriamolo nel prossimo paragrafo.

I Toner Rigenerati per rispettare l’ambiente

L’alternativa principale al toner compatibile è il toner rigenerato. Ovvero?

Si tratta di un tipo di cartuccia che, una volta utilizzata, subisce un intervento su un vuoto OEM utile a renderla nuovamente utilizzabile. Qual è il fattore principale che distingue il toner rigenerato rispetto a quello compatibile? La risposta è molto semplice: nel primo caso, il toner che viene reso utilizzabile è sempre quella prodotta dal costruttore della stampante (in sintesi, il pezzo della stampante rimane quello originale), mentre quando parliamo di cartucce o toner compatibili ci riferiamo a prodotti non originali, che non sono stati realizzati dai costruttori delle stampanti.

Nonostante i processi di rigenerazione, che sono diversi da un produttore all’altro, non garantiscano gli stessi risultati in termini di qualità di stampa, uno dei vantaggi principali del toner rigenerato risiede nel fatto che essi rappresentano una soluzione per la stampa che si caratterizza per il bassissimo impatto ambientale: le polveri che compongono i toner (tra cui meritano di essere citati il carbone, gli ossidi di ferro e di resina) sono sostanze molto difficili da gestire, e pertanto potenzialmente pericolose sia per la salute dell’uomo sia per la natura.

Il riciclo, da questo punto di vista, rappresenta la soluzione ideale per risolvere il problema dell’inquinamento e salvaguardare l’ambiente.

Salvaguardare l’ambiente con Toner Rigenerati: un po’ di statistiche

Oltre a garantire la tutela dell’ambiente circostante, un toner rigenerato garantisce una qualità di stampa che, nonostante qualche piccola differenza, è del tutto equiparabile a quella del toner originale.
Dati alla mano, si stima che solo lo scorso anno siano state rigenerate 2 milioni di cartucce, con un risparmio di 11.500 metri cubi di petrolio: un piccolo passo, se si considera che circa il 60% di tutte le cartucce (di toner e di inchiostro) sono ancora fuori dai canali del riciclo e finiscono in discarica.

Secondo i ricercatori, con la rigenerazione dei toner si potrebbe risparmiare in un solo anno il prodotto di circa 5 centrali nucleari.
Concludendo, se volete tutelare l’ambiente e la vostra salute, il consiglio che possiamo darvi è quello di evitare i toner compatibili, preferendo quelli rigenerati.